fbpx
Seleziona una pagina

Nota: Questo articolo contiene alcuni link di affiliazione.

Come utilizzare in modo innovativo questi vasetti in vetro per preparare piatti sani e gustosi!

Le preparazioni in vasocottura sono molto originali e creative.
Inoltre questo particolare tipo di cottura permette di ottenere piatti leggeri, ricchi di sapore e con un aroma davvero invitante!

Credits La Vaniddruzza

Da non sottovalutare anche il fatto che i caratteristici vasetti essendo fatti in vetro, materiale prodotto con sostanze non inquinanti, sono riciclabili infinite volte!
In questo modo potranno essere facilmente smaltiti in modo corretto e sicuro attraverso la raccolta differenziata.

Allo stesso tempo, i versatili vasi si possono riutilizzare più e più volte attraverso modalità differenti, pratiche e fantasiose.
Nei nostri prossimi articoli ti mostreremo anche come farlo facilmente a casa!

I vantaggi della Vasocottura

Da sempre i contenitori di vetro sono stoviglie molto utilizzate e apprezzate in cucina, in quanto permettono di cuocere numerosi manicaretti in modo sano e leggero.
In più, il sottovuoto permette di mantenere una fragranza e una consistenza inimitabili, senza dimenticare l’aroma indimenticabile che si sprigiona all’apertura del magico contenitore!
Oltre a ciò, la cottura in vaso è molto versatile perché si presta a un’infinità di preparazioni che vanno dall’antipasto al dolce!

Gli originali barattolini in vetro, in modo imprevedibile, diventeranno i tuoi più grandi alleati in cucina!
Per questi e tanti altri motivi, abbiamo pensato di consigliarti alcuni piatti vegan semplici e particolarmente veloci.

In questo caso, abbiamo preferito suggerirti alcune ricette vegane tradizionali siciliane con ingredienti tipici del territorio.
Dai un’occhiata ai nostri suggerimenti e lasciati ispirare!

Vellutata di cavolfiore

Una prelibata creazione che stupirà molto piacevolmente te e i tuoi commensali!
Questa deliziosa ricetta vegana è economica, molto semplice e veloce nella preparazione.

Photo by Sheila Joy on Unsplash

Servirà un vasetto da 750 ml (basterà per contenere mezzo cavolfiore) in quanto è perfetto per due porzioni.
Eventualmente si potranno utilizzare anche due vasetti da 500 ml, l’importante è seguire attentamente le indicazioni sulla cottura!

Ingredienti

  • metà cavolfiore
  • metà porro
  • metà dado vegetale (preferibilmente fatto in casa)
  • un cucchiaio di olio extravergine di oliva
  • qualche spolverata di curcuma 
  • un pizzico di sale (a scelta)

Preparazione

  1. Dividere in cimette il cavolfiore, affettare il porro e lavare entrambi.
  2. Mettere le verdure nel contenitore, inserire dado, curcuma, olio e sale (solo nel caso in cui il cubetto vegetale non sia molto salato).
  3. Aggiungere acqua fino a metà vasetto (anche se non si coprono totalmente le verdure).
  4. Pulire i bordi del vaso, chiuderlo per bene.
    Cuocere nel microonde a 800 watt per 10 minuti.
    Nel caso si preparino due vasetti da 500 ml, basterà inserire uno per 6 minuti e in seguito l’altro.
  5. Al termine della cottura, toglierlo dal microonde e lasciarlo riposare per una ventina di minuti (tempo durante il quale il cavolfiore continuerà a cuocere e si formerà il sottovuoto).
    Nel corso di questa fase è assolutamente vietato aprire il vasetto!
    Per l’apertura basterà rimetterlo in microonde per 5 minuti.
  6. Al fine di ottenere una vellutata cremosa, sarà necessario frullare il contenuto direttamente nel contenitore in vetro con un minipimer.
    Al termine distribuire la crema di cavolfiore nei piatti fondi.

Questa delicata preparazione è perfetta per chi ha voglia di gustare un piatto vegano appetitoso e leggero.
Servendolo in eleganti fondine offrirai un primo raffinato, vegan ma soprattutto light!
In poche parole, la soluzione ideale per qualsiasi tipo di invitato.  

Come se non bastasse, la curcuma donerà alla vellutata una sfumatura di colore accattivante e un sapore inaspettato e coinvolgente.
Non dimenticare questo interessante trucchetto, ti verrà in aiuto in molte occasioni!

Sugo di pomodoro

Questa preparazione tradizionale vegana diventa veloce, estremamente facile e di una comodità assoluta grazie alla vasocottura!
Difatti, in pochi minuti, potrai preparare un condimento vegan, fast e light da tenere sempre a portata di frigo.

Photo by Dennis Klein on Unsplash

Ingredienti

  • 400 g di pomodoro fresco (oppure polpa di pomodoro)
  • due spicchi d’aglio
  • un cucchiaio di olio extravergine di oliva
  • foglie di basilico
  • un pizzico di sale

Preparazione

  1. Sciacquare, asciugare e tagliare a pezzi i pomodorini.
  2. Inserirli nel vasetto (eventualmente si può utilizzare la polpa di pomodoro) aggiungere olio, aglio, sale e basilico sminuzzato.
    Mescolare bene e sigillare con il coperchio.
  3. Cuocere in microonde alla potenza di 750 watt per sei minuti.
  4. Con un guanto da cucina prelevare il vaso, poggiarlo su una gratella e lasciarlo raffreddare completamente.
  5. A questo punto si hanno due alternative: consumarlo subito o conservarlo in frigo per un massimo di quindi giorni.
  6. Nel primo caso: trasferire il vasetto nel microonde a 750 watt per 4 minuti.
    Nella seconda eventualità si farà la stessa cosa ma, soltanto, dopo aver preso il sugo dal frigo per eliminare il sigillo.

Da non dimenticare che, per questo metodo di preparazione, è necessario utilizzare esclusivamente i vasetti consentiti per la vasocottura!

Questo comodo sughetto è la soluzione ideale per condire qualsiasi tipologia di pasta, arricchire croccanti bruschette e accompagnare corposi secondi.
Il versatile segreto che ti risolverà molti problemi e imprevisti in cucina!

Caponata siciliana

Questa interessante versione di un grande classico è stata suggerita dalla creativa food blogger La Vaniddruzza che, ritrovandosi in casa diversi vasetti vuoti, ha deciso di riciclarli nel miglior modo possibile! 

Credits La Vaniddruzza

Essendo una grandissima appassionata di cucina tradizionale siciliana, si è divertita a sperimentare questo piatto vegano in una versione tutta nuova e gli appetitosi risultati non si sono fatti attendere!

Ingredienti

  • melanzane 
  • cipolla
  • pomodori 
  • sedano 
  • basilico 
  • capperi 
  • olive verdi 
  • aceto 
  • sale 
  • origano 
  • olio extravergine di oliva

Preparazione

  1. Tagliare le melanzane a pezzi, condirle con sale e metterle in uno scolapasta per scaricare l’acqua di vegetazione.
    Dopo questa operazione, lavarle, asciugarle e friggerle in padella con olio evo.
  2. Affettare la cipolla, tagliare a tocchetti il sedano, pelare i pomodori e tagliarli a pezzi.
  3. In un tegame far rosolare la cipolla, aggiungere pomodori, sedano e un pizzico di sale.
    Cuocere il tutto per qualche minuto.
  4. Incorporare le melanzane già fritte, sfumare con l’aceto, aggiungere un cucchiaino di zucchero, capperi, olive verdi, basilico e una spolverata di origano.
    A questo punto la caponata è pronta per essere gustata!
  5. Per conservarla al meglio è opportuno dividerla in vasetti da 400 grammi circa, sigillarli con tappi, guarnizione e ganci.
  6. Far sterilizzare un vasetto alla volta nel microonde a 800 watt per 6 minuti.
    La cottura continuerà anche dopo averlo sfornato.
    Aspettare che si raffreddi lentamente prima di conservarlo.

A questo punto hai soltanto l’imbarazzo della scelta!
Non ti resta che decidere da quale prelibatezza iniziare.

Rimboccati le maniche, prova la ricetta vegana che più ti si addice e condividi i tuoi esperimenti culinari nelle nostre pagine social Facebook, Instagram e Pinterest.
Per ulteriori consigli riguardo alle preparazioni in vasocottura, scrivici, cercheremo di risolvere ogni dubbio o incertezza!

Pin It on Pinterest